Mirtillo

Il Mirtillo è un piccolo arbusto della famiglia delle Ericacee, che può raggiungere anche i 60 cm di altezza.

mirtillo
Il suo fusto è molto sottile, flessibile, con corteccia di colore bruno-rossastro, le sue foglie cadono nel periodo invernale; di forma ellittica con apice appuntito e margine dentellato, di colore verde intenso, molto lucide.
I fiori compaiono in maggio e giugno e sono di colore bianco rosato o bianco verdognolo, provvisti di un corto peduncolo sono posti all’attaccatura delle foglie.
I frutti sono bacche di colore blu scuro o rosso a seconda della specie.
Comune da trovare nel sottobosco, cresce nei luoghi freschi fino a 2000m di altitudine. La coltivazione del mirtillo non è molto praticata ma si può seminare in semenzaio in ottobre, trapiantarlo l’ottobre successiivo in vivaio e dopo 2 o 3 anni metterlo a dimora in pianta terra.

Mirtillo Nero

Del mirtillo nero vengono utilizzati il frutto e le foglie. Il frutto costituisce un prezioso rimedio in caso di colibacillosi e si rivela utile contro diarree, enteriti acute, stomatiti, ulcere, varici, flebiti, oltre che in caso di emorragie emorroidali, problemi alla retina e disturbi vascolari dell’occhio.
E’ importante sapere che le bacche secche hanno proprietà astringenti, mentre quelle fresche sono lassative.
Le foglie di mirtillo nero vengono utilizzate in caso di ritenzione di urina, cistiti e uretite.

Mirtillo Rosso


Di questa pianta si usa preferibilmente il macerato glicerico, ottenuto dai giovani getti freschi.
Viene utilizzato contro disturbi dell’intestino come la diarrea, ma anche in caso di stitichezza, colon irritabile, colibacillosi, cistite, uretite. In tutti questi casi la dose consigliata è di 40 gocce per volte al giorno, lontano dai pasti, con poca acqua.

http://vivibio.altervista.org/prodotti-biologici/frutta-alberi/72-mirtillo.html

Prugno

 

prugno

Prugno

Il Susino o Prugno è una pianta della famiglia delle Rosacee molte sono le proprietà benefiche di questa pianta: febbrifuga, astringente, lassative […]